Donne e corpo. Vivere in pace con il proprio corpo è possibile

Noi donne siamo spesso insoddisfatte del nostro corpo, delle nostre forme, dell’immagine che lo specchio ci rimanda. Come mai?
Spesso accostiamo la nostra desiderabilità come donne alla taglia degli abiti che indossiamo, agli sguardi che riceviamo sul nostro corpo, ai commenti che riceviamo… Come è possibile? Viviamo in una società dove l’immagine conta, tanto, … forse troppo?

Fare pace con il corpo e l’immagine corporea

È possibile vivere in pace con il proprio corpo? Sì!
Dobbiamo porci però delle domande per identificare cosa segnerebbe, cosa farebbe segno, segnale, per ciascuna di noi l’aver raggiunto un’immagine corporea soddisfacente. Ci basterebbe veramente raggiungere un certo numero sulla bilancia? o una determinata taglia? o avere una forma corporea piuttosto che un’altra?
La maggior parte delle donne in seduta si sofferma su questo tema in diversi momenti della terapia. Lo guarda con attenzione, da diverse angolazioni, cogliendo particolari sempre nuovi, guardando ai propri timori e desideri, scoprendo, infine, i meccanismi sottesi ad un determinato comportamento.

Possibili cause del difficile rapporto con il corpo

Diverse donne riferiscono di essere insoddisfatte dei loro matrimoni, della loro vita di coppia, e quindi compensano le mancanze del partner, ovvero il mancato soddisfacimento delle aspettative che hanno sul marito o compagno (per approfondire “Il cortocircuito dell’aspettativa insoddisfatta. Come conciliare aspettative e vita felice”) con il cibo per poi ritrovarsi con un’immagine corporea non soddisfacente che le rende insicure.
Il lavoro è spesso un’altra fonte di frustrazione (per approfondire “Cambiare vita e lavoro. Da desiderio irrealizzabile a possibilità concreta.” e “Insoddisfazione lavorativa: un’occasione di cambiamento”) per il mancato riconoscimento delle proprie competenze e impegno, per l’assenza di una promozione, per uno stipendio, a parità di ruolo, inferiore, rispetto ai colleghi uomini, per le dinamiche che si creano con i colleghi e/o i capi. Questo può portare all’esigenza di avere sempre qualcosa da sgranocchiare nel cassetto della scrivania per sfogare la delusione.
Vi sono inoltre donne insoddisfatte della propria immagine corporea perché sono cresciute in un contesto dove non erano mai abbastanza, mai all’altezza delle aspettative (perfezionistiche) dell’Altro. Oggi sono donne bellissime, curate, che nulla hanno da invidiare alle modelle, ma profondamente insicure e terrorizzate dai minimi cambiamenti della loro immagine corporea per il timore di deludere l’aspettativa dell’Altro e/o di perdere l’approvazione, ma soprattutto l’amore, dell’Altro.

In dialogo con il corpo

Vivere in pace con il proprio corpo è possibile, ma dobbiamo essere pronte ad affrontare i nostri fantasmi, le nostre difficoltà, a prendere per mano le nostre insicurezze che sottendono all’utilizzo del cibo come farmaco, come strumento di gestione dell’insoddisfazione di coppia, della frustrazione lavorativa, delle faticose dinamiche con il nostro passato, ….

Risolvere i problemi e superare le difficoltà è possibile. Puoi affrontare tutto questo accompagnata e sostenuta da una specialista preparata, senza paura del giudizio o timore di fallire.


Se desideri iniziare a dialogare con il tuo corpo più serenamente, non esitare a chiedere aiuto subito! Prenota ora una prima visita chiamando o inviando un messaggio Whatsapp al 3478787486.

Dichiari di aver letto ed accettato le Condizioni di Servizio, la Policy Privacy e la Policy Cookies, ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) con riferimento al Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati in vigore dal 25/05/2018

Dott.ssa Valentina Carretta
Seguimi