Cernusco sul Naviglio (MI) | Via Balconi, 34 | Cell. 347.8787486
Psicologa Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica - Esperta nel trattamento dei Disturbi Alimentari

Obesità di natura psicologicaL’obesità psicogena – non l’obesità dovuta a disfunzioni metaboliche – si fonda su importanti fattori psicologici che evidenziano un enorme livello di sofferenza e, non a caso, è una patologia che si sta rapidamente diffondendo nelle società a capitalismo avanzato.

Sia nella bulimia, sia nell’obesità ci troviamo di fronte ad un soggetto dipendente dal cibo, ma, se nel primo caso, lo stesso si adopera con condotte evacuatorie per disfarsi di quanto ingerito, nel secondo caso ciò non avviene. Pertanto questi soggetti sono sovrappeso o obesi o grandi obesi.

Il corpo viene dimenticato dal soggetto e l’adipe viene generalmente vissuto come una barriera che lo protegge dalle sue emozioni e dall’incontro con l’altro dove il cibo sembra essere l’unica compensazione ad una modalità relazionale disfunzionale nella quale la persona obesa, per poter essere accettata e non entrare in conflitto con l’altro, cerca di conformarsi a tutte le richieste derivanti dall’altro, senza interrogarsi su ciò che realmente desidera.

L’assunzione esagerata di cibo e il significativo aumento ponderale possono compromettere seriamente la qualità di vita del soggetto e, nei casi più gravi, possono portare all’invalidità.

Nella società contemporanea sono in significativo aumento i casi di obesità nei bambini e negli adolescenti.

Back to Top
error: Content is protected !!